Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare

Ci siamo già occupati, l’anno scorso, del THW, il servizio logistico federale della Protezione Civile tedesca, che ha scelto il nostro ICARUS 40.14 per equipaggiare le squadre locali diffuse su tutto il territorio tedesco.

Torniamo a occuparcene in occasione di una esercitazione congiunta con i Vigili del Fuoco (svoltasi lo scorso marzo a Sondershausen) che ha visto una squadra del THW impiegare il loro nuovo ICARUS in una simulazione di evacuazione rapida degli abitanti e dei loro averi, in previsione dell’ipotetico cedimento di una vicina diga.

I volontari della sezione THW di Sondershausen si sono detti molto soddisfatti del loro ICARUS che, in caso di emergenza, ha dimostrato durante le esercitazioni di poter fare fronte alle situazioni più disparate: dallo sgombero di macerie con la pala in dotazione, al trasporto in altezza di cose o persone, grazie al cestello e agli altri accessori. Diversi membri della squadra stanno partecipando ora ai corsi di guida, per poter impiegare proficuamente (durante le future emergenze reali), una macchina così promettente.

Se la “recluta” ICARUS ha un luminoso futuro aperto davanti a sé, c’è un “veterano” (un APOLLO 25.6) che ha già accumulato un notevole stato di servizio, operando con i Vigili del Fuoco della Stazione di Buchloe.

In condizioni normali, l’APOLLO 25.6 svolge le sue “corvèe” di caserma, movimentando materiali nei magazzini o partecipando alle consuete esercitazioni; ma in caso di allarme, se la sua presenza è necessaria, anche lui è pronto a partire.

Dal 2011, anno della sua acquisizione, il nostro APOLLO 25.6 è stato impiegato in innumerevoli interventi di ogni tipo, grazie alle sue peculiari caratteristiche di potenza e agilità; in più di una occasione il nostro Apollo ha sfruttato a fondo la trazione integrale e il sistema di autorespirazione installato in cabina, portandosi fin dentro la cortina di fumo e fiamme per estinguere alla radice i focolai di incendio.

Inoltre in diverse circostanze (durante i recenti episodi di maltempo che hanno flagellato il Nord Europa) il nostro Apollo ha impiegato le sue capacità di sollevamento per raggiungere camini pericolanti, coperture divelte, o animali travolti dalle acque; o più semplicemente e frequentemente, per rimuovere veicoli incidentati e, dotato dell’apposita attrezzatura, eliminare dall’asfalto pericolosi residui di olio e carburante.

Poiché, a giudicare dalla foto, ci sembra in ottima forma, crediamo che continuerà la sua carriera per molti anni ancora!