ICARUS IN BLU!

La serie di alluvioni che colpirono l’Europa Centrale nel 2002 e nel 2013, sono ricordate come le peggiori del 21 secolo: pesantissime ripercussioni si ebbero in Austria, Repubblica Ceca, e in Germania, dove la città di Dresda fu ripetutamente sommersa. Ripercorrendo le immagini di quei giorni è impossibile non notare numerosi uomini dalla caratteristica uniforme blu e gialla, impegnati a prestare soccorso e a ripristinare i servizi essenziali: sono i membri del Bundesanstalt Technisches Hilfswerk (Agenzia federale soccorso tecnico, o THW), una organizzazione simile alla nostra Protezione Civile composta quasi interamente da volontari.

Nata negli anni ’50 (in piena guerra fredda), la THW era inizialmente concepita per assistere la popolazione in caso di guerra. Oggi, all’interno di un razionale sistema modulare di protezione, la THW si è specializzata nella fornitura di ASSISTENZA TECNICA E LOGISTICA in ogni possibile situazione di emergenza. Questo grazie a un parco mezzi enorme e variegato (che le permette di fare fronte a ogni possibile situazione), a una forza di ben 80.000 fra uomini e donne, di cui 79.000 volontari, e alla sua grande diffusione sul territorio, con ben 668 sezioni locali.

In caso di calamità, le unità locali della THW potranno dispiegarsi immediatamente, assistendo le altre organizzazioni (Croce Rossa, Pompieri, Esercito e Polizia) impegnate nei soccorsi, dedicandosi poi nella ricostruzione o riparazione di tutte quelle infrastrutture necessarie alla vita civile e al ricovero della popolazione.

La THW compie anche missioni all’estero, come nel 2000 in Francia, quando ripristinò la rete elettrica di alcuni ospedali distrutta da una tempesta, o in occasione dell’Uragano Katrina, nel 2005 a New Orleans, dove operò con 15 pompe ad alta portata per prosciugare alcune aree della città.

Il Ministero dell’Interno Tedesco ha deliberato lo scorso anno un primo investimento da 30 milioni di euro, per sostituire le attrezzature obsolete. 249 nuovi mezzi sono già stati acquistati, e ulteriori investimenti sono in programma nel corso dei prossimi anni. Dieci, vincendo una agguerrita concorrenza, si è aggiudicata la fornitura di un primo lotto di 39 elevatori telescopici Icarus 40.14, che andranno ad equipaggiare varie unità territoriali.

Essendo macchine destinate ad operare in qualsiasi condizione di emergenza, il THW ha richiesto un allestimento particolare, definito su un primo prototipo grazie alla collaborazione fra il reparto Ricerca e Sviluppo, la Dieci Deutschland di Giessen, e il concessionario Tiedemann Werksvertretungen.

Il prototipo così realizzato è stato poi utilizzato presso il Centro di addestramento della THW a Hoya, dove, a cura della Tiedemann WV, sono stati tenuti i primi corsi di formazione degli operatori. L’Icarus 40.14 così modificato si discosta in modo sostanziale dal modello di serie, le dotazioni di cabina, (oltre a quelle di serie consuete sui mezzi Dieci) comprendono: sistema di filtraggio aria (contro l’ingresso di sostanze nocive), box portautensili, sedile pneumatico riscaldabile, videocamera posteriore a infrarossi con monitor da 7”, bombola d’aria, retrovisori riscaldati, spia allineamento ruote, schermo protettivo per parabrezza, tergicristalli lato destro, ricetrasmittente digitale con speaker e antenna, sistema Webasto per riscaldamento aria, ed estintore da 6kg certificato TUV.

Per poter operare in condizioni di bassa visibilità sono stati aggiunti diversi fanali LED, sia in cabina che in testa al braccio, oltre alla luce rotante con sirena che caratterizza i mezzi di soccorso.

L’aggiunta di scaldiglie e di una presa elettrica per l’avviamento motore, permettono alla macchina di operare anche in climi polari.

Tre prese idrauliche aggiuntive forniscono una ulteriore presa di potenza per eventuali accessori supplementari, magari portati a rimorchio grazie al gancio di traino da 15 tonnellate. Un cestello porta persone da 800 kg completa le dotazioni di questa macchina decisamente eccezionale.

Presso la sede della Dieci Deutschland a Gießen, si è svolta lo scorso febbraio la cerimonia di consegna (da parte del concessionario Tiedemann) di 13 mezzi destinati ad altrettante sezioni territoriali della THW. L’accordo con il Ministero degli interni Federale prevede, entro fine ottobre 2018, la consegna di ulteriori 23 macchine. Nel corso del 2019 sono in programma nuovi incontri con i responsabili del Ministero, per definire le ulteriori necessità della THW nel corso del suo piano di modernizzazione del parco macchine. Ci aspettiamo quindi, nel prossimo futuro, di vedere altri modelli Dieci vestire con legittimo orgoglio la livrea Blu della THW.