Agri Tech per la TERRA DEI LAGHI

187.888, considerando solo quelli di dimensioni importanti… E’ il numero dei laghi Finlandesi che ricorre con più frequenza, consultando le diverse fonti che indicano la Finlandia (con una notevole approssimazione per difetto, viene da pensare…) come la “terra dei 1.000 Laghi”.

Giudicata, secondo il celebre settimanale Newsweek, come “il miglior paese del mondo”, la Finlandia è in effetti uno dei paesi Europei con il più alto reddito pro-capite, il miglior stato sociale, il migliore sistema educativo, la migliore qualità della vita, e anche il meno sovrappopolato, con una densità di appena 16 abitanti per chilometro quadrato e una popolazione di appena 5,4 milioni di persone.

Paese prettamente agricolo fino alla fine degli anni ’40, la Finlandia ha visto nel secondo dopoguerra una vera e propria rivoluzione industriale, al punto che l’agricoltura oggi contribuisce ad appena 2,9% del PIL. Questo anche per ragioni prettamente geografiche e climatiche: oltre ai laghi, ben il 73% del Paese è ricoperto da foreste, riservando alla produzione agricola e all’allevamanto appena il 7,4% del territorio. C’è poi da considerare il clima: scordatevi le immagini da cartolina di paesaggi innevati e mandrie di Renne… vale solo per l’estremo Nord, il resto del paese è caratterizzato da notevoli escursioni termiche che vanno dai -35 gradi di alcuni inverni (a secondo dei capricci dei venti dominanti) ai +35 di alcune estati, con notevoli variazioni a seconda degli anni. Un clima di sicuro non facile per l’agricoltura. Però… ci sono alcune eccezioni, e una di queste ce la segnala il Dealer Dieci in Finlandia, Tomas Kjellman: si trova a Härkmerivägen, in Ostrobotnia, la regione occidentale della Finlandia affacciata sul Golfo di Botnia, il braccio di mare che la separa dalla Svezia. Separa per modo di dire, visto che la Finlandia è stata per secoli un possedimento svedese, ha stretti rapporti con il vicino Scandinavo, e ancora oggi lo svedese è la seconda lingua della Finlandia.

Stiamo parlando di “Ab Euro Bull Oy”, un grande allevamento di tori da carne gestito da Samuel Ingves. Nei pressi di Härkmerivägen è ormai in fase finale la costruzione di una nuova stalla che porterà la dotazione totale di animali della Euro Bull ad oltre 1.500 capi. Un così gran numero di animali significa ovviamente un grande lavoro, sia in termini di alimentazione dei capi che di pulizia delle stalle, un grande lavoro che Samuel ci ha raccontato in una breve ma piacevole e spiritosa chiaccherata. “Sicuro, il lavoro è duro in una azienda come la mia, non credo di esagerare quando dico che guido per 1000 ore all’anno nutrendo bestie e spostando letame! E con l’apertura della nuova stalla, il lavoro non potrà che aumentare in proporzione. E’ per questo che, insieme ai mei collaboratori, abbiamo deciso di acquistare il terzo AGRI TECH. Con le sue dimensioni compatte e la grande agilità è perfetto per il nostro quotidiano “dentro e fuori” dalle corsie, la sua potenza mi permettere di svolgere in metà tempo lo stesso lavoro che in altri tempi avrei fatto utilizzando un normale trattore. Pensi solo alla quantità di mangime da movimentare… e qui il tempo è importante. C’è poi un altro aspetto diciamo più egoistico: qui non è come da voi, che avete il sole tutto l’anno, qui quando fa freddo, fa freddo davvero! E dopo aver provato la cabina condizionata dell’AGRI TECH, non tornerei indietro per niente al mondo!”